goglobalwithtwitterbanner

Amplificare la rappresentanza latinoamericana, un Tweet alla volta

#TwitterVoices: With Our Words

Intervista con Cristina Amaya

Siamo entusiasti di parlare con te! Raccontaci un po' di te.

Lavoro nel mondo dei videogiochi, ho 30 anni e sono in questo ambiente da circa un decennio. Ho fatto diverse esperienze nel settore dei videogiochi. La mia voglia di apprendere ha permesso alla mia carriera di spaziare dallo sviluppo di giochi al software, poi allo streaming e, ora, agli eSport. Gioco da quando ero bambina. Nel 1996, mio padre per Natale mi comprò un N64 e ne fui conquistata. La mia origine latinoamericana e il gioco si sono sempre mescolati tra loro. Quando i miei cugini venivano a trovarci dalla Colombia, mi aiutavano a battere Zelda. Mostravo ai miei zii la mia collezione di Pokémon. Persino durante le prove per la mia Quinceañera, io e i miei amici cercavamo di finire presto per giocare tutti insieme a Smash Bros.  

C'è stato un momento particolare in cui hai avvertito la necessità di una maggiore presenza delle persone latinoamericane nel settore dei videogiochi?

Amo il marketing e gli eventi, ma a volte è stato difficile gestire le piccole aggressioni che subivo come latinoamericana, senza contare la nostalgia di un paese che non potevo visitare spesso. Ho sofferto e mi sentivo incompresa. Ma non ha mai fatto parte del mio carattere rinunciare o desistere, quindi ho deciso di agire.

Ogni anno, a qualunque convention andassi, incontravo una persona latinoamericana. Le reazioni erano varie: abbracciarsi, ballare o condividere storie di fratellanza, come "Solo un latinoamericano anche nel tuo studio, eh?". Questi momenti erano fugaci e portavano a un contatto Twitter o magari a un caffè in occasione della convention successiva, mai niente di più. Contavo sulle mie dita il numero di persone latinoamericane che conoscevo e, qualche volta, lo facevo perché ero frustrata per problemi sul lavoro o mi sentivo isolata per le mie origini. Ero consapevole che c'erano altri latinoamericani, ma non sapevo dove fossero. All'epoca non c'erano molte opportunità per i professionisti latinoamericani e non vedevo luoghi di aggregazione al di fuori del lavoro.

 

Com'è nato il progetto Latinx in Gaming?

Ho lanciato Latinx in Gaming come panel. Tramite Twitter, ho invitato persone a unirsi a me alla GDC (Game Developers Conference). Il panel è stato un successo incredibile! I sentimenti di solitudine, la sensazione di essere invisibile e inascoltata non erano solo condivisi, ma erano un'esperienza comune della comunità latinoamericana. Sentivamo che saremmo dovuti andare avanti in questo slancio. 

Latinx in Gaming è cresciuto. Abbiamo ospitato panel a ogni convention, abbiamo incontrato la maggior parte dei nostri contatti tramite le convention o Twitter e ci siamo tenuti in contatto. Abbiamo creato una pagina Facebook, Discord, LinkedIN. Abbiamo continuato a parlare in pubblico, a confrontarci con persone come noi e a chiedere ad altri professionisti latinoamericani di condividere le loro storie.

Siamo molto felici che tu abbia scelto Twitter per creare @latinosingaming! Hai usato tecniche particolari per costruire la community?

La nostra strategia si è basata su due diversi aspetti. In primo luogo, abbiamo sempre chiesto al nostro pubblico di parlarci di altre persone latinoamericane degne di nota. "Facci sapere se ci sono donne intorno a te che ammiri, persone a cui ti ispiri". Vogliamo seguire quelle persone o inviare loro un messaggio. Ogni volta che organizziamo un evento, twittiamo che cerchiamo volontari, di solito attraverso un modulo. In questo modo, con il tempo, abbiamo sviluppato la nostra rete. Certo ci sono ancora un sacco di persone che non abbiamo raggiunto, ma Twitter ci ha aiutato a crescere da 5 follower a 5.000. Infine, era importante non aver paura di condividere le opinioni. All'inizio, abbiamo prestato attenzione a non invadere troppo la cronologia. Ma abbiamo capito che ritwittando le persone latinoamericane e le risposte che ricevevamo, stavamo creando un pubblico e dando alle persone una piattaforma per vedersi e ritrovarsi. Eravamo un megafono ed era giusto che si sentisse.

Quali sono le funzioni di Twitter che preferisci?

Mi piace la programmazione dei Tweet. Durante tutto l'anno, portiamo avanti molte iniziative per dare voce alle persone latinoamericane, quindi avere tutto programmato in anticipo ci aiuta a organizzarci e rende i nostri Tweet estremamente curati.

 

C'è una storia della community di Latinx in Gaming che ti sta particolarmente a cuore?

L'anno scorso abbiamo tenuto Unidos Online, una celebrazione dell'Hispanic Heritage Month con oltre 60 contenuti pubblicati. Abbiamo twittato tante Liste di sviluppatori da seguire, evidenziato le persone che offrivano lavoro e incoraggiato le persone che cercavano lavoro. Per noi Twitter è stato il megafono, la piattaforma che ci ha permesso di gridare a tutto il mondo che esistiamo. Non abbiamo avuto paura di ritwittare spesso, a volte anche giornalmente. E a volte attiriamo odio, ma va bene, esistiamo in uno spazio variegato e cerchiamo di fare del nostro meglio.

Qual è stata la parte più gratificante del tuo lavoro con @latinosingaming?

Offrire una casa alle persone. Le persone qui possono essere se stesse, possono incarnare la loro idea di latinità, per noi questo è ciò che conta. Vogliamo celebrare la bellezza della complessità della nostra storia e la nostra storia e Latinx in Gaming ci aiutano in questo obiettivo. 

Per noi, Latinx in Gaming è una piattaforma su cui raccogliere tutte le differenti storie di latinoamericani, meravigliose e uniche. E abbiamo molte altre storie da raccontare.

 

Grazie per aver seguito questa intervista! È stato molto interessante sentirti parlare del tuo lavoro. Ci vediamo su Twitter. 💙

_____________________________________________________

ASSISTENZA DI TWITTER 101

Twitter ha tutte le funzionalità di cui hai bisogno per cambiare anche le regole del tuo gioco:

  • Condividi più contenuti con la tua community attraverso Retweet o Cita tweet.
  • Partecipa a conversazioni su Twitter.
  • Crea una discussione con i tuoi Tweet per fare la differenza.
  • Trova la tua community attraverso Argomenti e Liste
  • Organizzati e aiuta a spargere la voce utilizzando un hashtag.
  • Condividi molti contenuti multimediali con il tuo pubblico? Scopri il nostro Media Studio.
  • Personalizza il tuo profilo: mantieni la tua bio aggiornata e fissa il tuo messaggio più urgente e importante in cima al tuo profilo.

INFORMAZIONI SULL'AUTRICE
Cristina Amaya è presidente e co-fondatrice di Latinx in Gaming, Los Angeles. Ricopre diversi ruoli: responsabile eventi di Team Liquid, consulente di *gameHERs e madre affettuosa del gatto Jiji. In precedenza, Cristina ha lavorato con Adecco per Google Stadia, Unity e Twitch. Possiede un'esperienza pluriennale nel marketing di agenzia. 

 

INFORMAZIONI SULLA SERIE
#TwitterVoices: With Our Words sono articoli incentrati sulle varie community su Twitter. Questa serie include interviste, casi d'uso e spiegazioni delle nostre regole, della loro applicazione e del modo in cui le persone reali utilizzano e migliorano la nostra piattaforma. #TwitterVoices: With Our Words porta avanti l'obiettivo di aumentare il sostegno a diverse cause, attraverso un'ampia gamma di account, hashtag e community. 

Aggiungi questo articolo ai preferiti o condividilo

Questo articolo è stato utile?

Grazie per il feedback. Siamo felici che di averti aiutato.

Grazie per il feedback. Come potremmo migliorare questo articolo?

Grazie per il feedback. I tuoi commenti ci aiuteranno a migliorare gli articoli.