goglobalwithtwitterbanner

Norme sulle informazioni ingannevoli in merito al COVID-19

Panoramica

Non puoi utilizzare i servizi di Twitter per condividere informazioni false o ingannevoli sul COVID-19 che potrebbero causare danni. 

Anche se il sapere scientifico sulla pandemia da COVID-19 continua a svilupparsi, abbiamo osservato l'emergere di teorie cospirative persistenti, di una retorica allarmistica non basata su ricerche o notizie credibili, nonché di una vasta gamma di dicerie prive di fondamento. Tutto ciò, senza un contesto di riferimento, può impedire al pubblico di prendere decisioni informate sulla propria salute e mette a rischio gli individui, le famiglie e le comunità.

I contenuti che sono indiscutibilmente falsi o ingannevoli e suscettibili di comportare un rischio significativo di danni (come una maggiore esposizione al virus o effetti negativi sui sistemi di salute pubblica) non possono essere condivisi su Twitter. Tale divieto include la condivisione di contenuti che potrebbero fuorviare le persone riguardo alla natura del virus COVID-19, alla sicurezza e/o efficacia di misure preventive, trattamenti o altre precauzioni per mitigare o curare la malattia, a norme, restrizioni o deroghe ufficiali che rientrano nelle disposizioni per la salute pubblica o, infine, alla prevalenza del virus o dei rischi di infezione o morte associati al COVID-19. Inoltre, possiamo etichettare i Tweet che condividono informazioni ingannevoli sul COVID-19, al fine di ridurne la diffusione e di fornire un contesto aggiuntivo.

Quali comportamenti costituiscono una violazione di queste norme?

Perché un contenuto correlato al COVID-19 possa essere etichettato o rimosso, in base a queste norme, deve: 

  • presentare un'affermazione di fatto, espressa in termini perentori; 
  • essere indiscutibilmente falso o ingannevole, sulla base di fonti autorevoli e ampiamente disponibili; e
  • essere suscettibile di influire sulla sicurezza pubblica o di causare gravi danni.

Queste norme individuano cinque categorie di comportamenti e contenuti ingannevoli:


Informazioni false o ingannevoli sulla natura del virus.


Etichetteremo o rimuoveremo informazioni false o ingannevoli su:

  • trasmissione del virus, come false affermazioni sulla diffusione asintomatica o false informazioni su come viene trasmesso negli ambienti interni;
  • suscettibilità al virus, ad esempio affermazioni su gruppi o persone specifici che sono più o meno inclini a essere infettati o a sviluppare sintomi avversi sulla base della loro nazionalità o religione;
  • sintomi comunemente associati al virus, ad esempio istruzioni ingannevoli su come effettuare l'autodiagnosi della malattia; 
  • pandemia o vaccini contro il COVID-19 che invocano una deliberata cospirazione da parte di forze malevole e/o potenti.

Informazioni false o ingannevoli sulla sicurezza e/o efficacia di misure preventive, trattamenti o altre precauzioni per mitigare o curare la malattia. 

Etichetteremo o rimuoveremo informazioni false o ingannevoli su: 

  • sicurezza o efficacia di trattamenti o misure preventive non approvati dalle autorità sanitarie o approvati dalle autorità sanitarie ma che non possono essere somministrati da casa in modo sicuro;
  • vendita o promozione di medicinali o farmaci che richiedono una prescrizione o una consulenza medica;
  • effetti collaterali delle vaccinazioni, quando queste affermazioni siano state ampiamente smentite; 
  • vaccini e programmi di vaccinazione che suggeriscono che le vaccinazioni contro il COVID-19 fanno parte di un tentativo deliberato o intenzionale di causare danni o controllare le popolazioni.

Informazioni false o ingannevoli su regolamenti, norme, restrizioni o deroghe ufficiali che rientrano nelle disposizioni per la salute pubblica.

Etichetteremo o rimuoveremo informazioni false o ingannevoli su: 

  • dispositivi di protezione individuale (DPI), come affermazioni sull'efficacia e la sicurezza delle mascherine per ridurre la diffusione del virus; 
  • misure preventive quali il lavarsi le mani, metodi di igiene o sanificazione adeguati e il distanziamento sociale; 
  • ordini o raccomandazioni locali o nazionali in merito a coprifuoco, chiusure totali, restrizioni sui viaggi, protocolli di quarantena, inoculazioni, comprese le deroghe a tali ordini o raccomandazioni;
  • come vengono sviluppati, testati e approvati i vaccini dalle autorità sanitarie ufficiali, nonché informazioni sulle raccomandazioni del governo.

Informazioni false o ingannevoli sulla prevalenza del virus o il rischio di infezione o morte.

Etichetteremo o rimuoveremo informazioni false o ingannevoli su: 

  • prevalenza del virus o della malattia, come informazioni relative ai risultati dei test, ai ricoveri o ai tassi di mortalità; 
  • capacità del sistema sanitario pubblico di far fronte alla crisi, ad esempio false informazioni sulla disponibilità di DPI, respiratori o medici, o sulla capacità ospedaliera; 
  • risultati della ricerca (come false dichiarazioni o conclusioni, infondate, su dati statistici) utilizzati per portare avanti una narrazione specifica che sminuisce la gravità della malattia.

Affiliazione falsa o ingannevole
Non puoi creare account falsi che rappresentino in modo ingannevole l'affiliazione (o condividano contenuti che rappresentano falsamente l'affiliazione) a un medico, un ufficiale sanitario, un ente di salute pubblica o un istituto di ricerca o che fingono di essere competenti su questioni relative al COVID-19.

Che cosa non costituisce una violazione di queste norme?

Cerchiamo di proteggere un solido dibattito pubblico sulla risposta al COVID-19 e riconosciamo che lo stato delle conoscenze scientifiche su alcuni aspetti della pandemia e sulla risposta pubblica (compreso lo sviluppo di vaccini) è ancora nelle fasi iniziali. In assenza di altre violazioni, quanto segue non costituisce generalmente violazione di queste norme:

  • Commenti, opinioni e/o forme di satira forti, a condizione che non contengano affermazioni di fatto false o ingannevoli.
  • Counter-speech. Consentiamo risposte dirette a informazioni ingannevoli che cercano di minare l'impatto di tali informazioni correggendo la ricostruzione, amplificando informazioni credibili ed educando la comunità più ampia sulla prevalenza e sulle dinamiche delle informazioni ingannevoli.
  • Aneddoti personali o racconti in prima persona. 
  • Dibattito pubblico sul progresso della scienza e della ricerca sul COVID-19, compreso il dibattito sulla ricerca relativa al COVID-19, come l'efficacia dei trattamenti e le misure di mitigazione, a condizione che le affermazioni non rappresentino in modo errato i risultati della ricerca.

Chi può segnalare violazioni di queste norme?

Anziché avvalerci di report interni, stiamo applicando queste norme in stretto coordinamento con partner fidati, comprese le autorità sanitarie pubbliche, le ONG e i governi, e continueremo a utilizzare e consultare le informazioni provenienti da tali fonti durante la revisione dei contenuti.

Il nostro team Global Public Policy ha linee di comunicazione aperte con gli stakeholder rilevanti a livello multinazionale, tra cui l'Organizzazione mondiale della sanità, numerose organizzazioni governative e sanitarie, funzionari di tutto il mondo, perché possano risolvere i problemi degli account, far verificare i loro esperti e cercare consigli strategici che permettano di utilizzare la potenza di Twitter per mitigare i danni.

Che cosa succede in caso di violazione di queste norme?

Le conseguenze per la violazione delle nostre norme sulle informazioni ingannevoli in merito al COVID-19 variano in base al tipo di violazione, alla sua gravità e ai precedenti dell'account sulla nostra piattaforma. Nei casi in cui gli account violino ripetutamente queste norme, utilizzeremo un sistema di avvisi per determinare se devono essere applicate ulteriori misure. Siamo convinti che questo sistema contribuisca a ridurre la diffusione di informazioni potenzialmente dannose e fuorvianti su Twitter, soprattutto in presenza di gravi violazioni delle nostre regole.

I provvedimenti che adottiamo possono includere quanto segue:

Eliminazione del Tweet 

Per violazioni di gravità elevata di questa politica, comprese (1) informazioni fuorvianti relative alla natura o al trattamento del virus COVID-19 e (2) alla pandemia o ai vaccini contro la malattia COVID-19 che chiamano in causa una cospirazione deliberata da parte di forze dolose e/o potenti, ti chiederemo di rimuovere questo contenuto. Inoltre, bloccheremo temporaneamente l'accesso all'account per impedirti di twittare di nuovo. Le eliminazioni dei Tweet comportano 2 avvisi.

Etichettatura

Nei casi in cui non rimuoviamo un contenuto che viola queste norme, possiamo fornire maggiore contesto sui Tweet che condividono questo contenuto, là dove appaiono su Twitter. Ciò significa che potremmo:

  • applicare un'etichetta e/o un messaggio di avviso al Tweet
  • mostrare un avviso agli utenti prima che condividano il Tweet o mettano Mi piace;
  • ridurre la visibilità del Tweet su Twitter e/o impedire che venga suggerito;
  • disattivare Mi piace, risposte e Retweet; e/o
  • fornire un link a ulteriori spiegazioni o chiarimenti, in un'apposita pagina di destinazione o in norme Twitter pertinenti.

Nella maggior parte dei casi, prenderemo tutti i provvedimenti indicati qui sopra nei confronti dei Tweet che etichettiamo. Diamo la priorità alla produzione di Momenti Twitter nei casi in cui contenuti fuorvianti su Twitter diventino molto popolari e abbiano generato confusione tra gli utenti del nostro servizio. I Tweet etichettati e ritenuti dannosi riceveranno 1 avviso

Blocco dell'account e sospensione permanente

Se determiniamo che un account è dedicato a twittare o promuovere una particolare narrazione ingannevole (o un insieme di narrazioni) sulla malattia COVID-19, anche questo rappresenterà motivo di sospensione.

Se ritieni che il tuo account sia stato bloccato o sospeso per errore, puoi inviare una contestazione.

Per violazioni gravi o ripetute di queste norme, gli account verranno sospesi in modo permanente.

Le violazioni ripetute di queste norme vengono sanzionate sulla base del numero di avvisi accumulati da un account per tali violazioni, secondo lo schema qui sotto.

  • 1 avviso: nessuna azione a livello di account
  • 2 avvisi: blocco dell'account per 12 ore
  • 3 avvisi: blocco dell'account per 12 ore
  • 4 avvisi: blocco dell'account per 7 giorni
  • 5 o più avvisi: sospensione permanente

Se ritieni che il tuo account sia stato bloccato o sospeso per errore, puoi inviare una contestazione.

Risorse aggiuntive

Scopri di più sul nostro lavoro per combattere le informazioni ingannevoli in merito al COVID-19 qui e sul nostro approccio esteso alle informazioni ingannevoli sui vaccini contro il COVID-19 qui.

Scopri di più sulle nostre opzioni per l'applicazione delle norme e sul nostro approccio in materia di elaborazione e applicazione delle norme.

Aggiungi questo articolo ai preferiti o condividilo

Questo articolo è stato utile?

Grazie per il feedback. Siamo felici che di averti aiutato.

Grazie per il feedback. Come potremmo migliorare questo articolo?

Grazie per il feedback. I tuoi commenti ci aiuteranno a migliorare gli articoli.