Comportamento offensivo

Regole di Twitter: non puoi molestare qualcuno né incitare altri a farlo. Consideriamo comportamenti offensivi tutti i tentativi di molestare, intimidire o mettere a tacere qualcuno.
 

Il principio


Su Twitter, ognuno dovrebbe sentirsi libero di esprimere il proprio punto di vista in piena sicurezza. Crediamo nella libertà di espressione e nel dialogo aperto, ma questi principi servono a poco se le persone non dicono quello che pensano perché hanno paura. 

Per agevolare un sano dialogo sulla piattaforma e dare agli utenti la possibilità di esprimere opinioni e convinzioni diverse, vietiamo qualsiasi comportamento molesto, intimidatorio o finalizzato in qualche modo a umiliare o denigrare altri. Oltre a mettere a rischio la sicurezza altrui, un comportamento offensivo può causare difficoltà fisiche ed emotive per le persone coinvolte. 

Scopri di più sull'approccio‏ che adottiamo nell'elaborazione delle norme e sulla nostra filosofia di applicazione.

I casi 


Alcuni Tweet che possono apparire offensivi se visti singolarmente, potrebbero non esserlo nel contesto di una conversazione più ampia. L'esame di questo tipo di contenuti potrebbe non evidenziare con chiarezza se si tratta di molestie o di una conversazione consensuale. Per aiutare i nostri team a capire in quale contesto si svolge una conversazione, potremmo aver bisogno di parlare direttamente con la persona presa di mira e assicurarci così di avere tutte le informazioni necessarie prima di prendere qualsiasi provvedimento.

Esaminiamo e prendiamo provvedimenti in seguito a segnalazioni riguardanti account che prendono di mira una persona o un gruppo di persone, all'interno di Tweet o Messaggi Diretti, con uno qualsiasi dei comportamenti indicati qui sotto. Per gli account che mostrano comportamenti offensivi sul proprio profilo, consulta le nostre norme sulle informazioni offensive nei profili. I comportamenti che prendono di mira le persone sulla base di razza, etnia, origine nazionale, orientamento sessuale, genere, identità di genere, religione, età, disabilità o grave malattia potrebbero violare le nostre norme sulla condotta che incita all'odio.


Minacce di violenza

Sono proibiti i contenuti che includono minacce di violenza contro un obiettivo identificabile. Le minacce di violenza affermano l'intenzione di causare lesioni che potrebbero provocare danni fisici seri e duraturi, la morte o il grave ferimento di una persona, ad esempio "Ti uccido".

Nota: contro le minacce di violenza adottiamo una politica di tolleranza zero. Gli utenti ritenuti responsabili della condivisione di minacce di violenza vedranno sospeso il proprio account con effetto immediato e permanente. 

Augurio, speranza o invocazione di un serio danno a una persona o a un gruppo di persone

Non tolleriamo contenuti che augurano, sperano, promuovono, incoraggiano o auspicano morte, gravi lesioni corporali o serie malattie a una persona o un gruppo di persone. Ciò include, a titolo esemplificativo: 

  • La speranza che qualcuno muoia in seguito a una grave malattia, ad esempio "Spero che ti venga un cancro e muoia".
  • L'augurio che qualcuno resti vittima di un grave incidente, ad esempio "Spero proprio che ti investa un'auto la prossima volta che apri la bocca".
  • L'affermare che un gruppo di persone merita di subire gravi lesioni fisiche, ad esempio "Dovrebbero sparare a questi manifestanti, se non la smettono".
     

Casi che implicano desiderio di fare del male su Twitter 

Riconosciamo che le conversazioni riguardanti alcune persone accusate in modo credibile di gravi episodi di violenza possono suscitare indignazione e desiderio di fare del male. In questi casi limitati, chiederemo all'utente di eliminare il Tweet senza alcun rischio di penalizzazione, avviso o sospensione dell'account. Quelli che seguono sono esempi a titolo non esaustivo:

  •  "Auguro a tutti gli stupratori di morire." 
  • "I pedofili dovrebbero essere impiccati."
     

Avance sessuali indesiderate

Anche se alcune forme consensuali di nudità e contenuti per adulti sono permesse su Twitter, vietiamo le avance sessuali indesiderate e i contenuti che trasformano in oggetto sessuale una persona senza il suo consenso. Ciò include, a titolo esemplificativo:

  • L'invio non richiesto e/o indesiderato di contenuti per adulti, inclusi immagini, video e GIF. 
  • Discussioni indesiderate a sfondo sessuale riguardanti l'aspetto fisico di una persona. 
  • Richieste di atti sessuali. 
  • Qualsiasi altro contenuto che in altro modo sessualizzi una persona senza il suo consenso. 
     

Uso di insulti, volgarità o denigrazioni allo scopo di molestare o intimidire altri

Prendiamo provvedimenti contro l'uso di insulti, contenuti volgari o denigrazioni inteso a colpire altre persone. In alcuni casi, ad esempio quando viene fatto un uso grave e ripetitivo di insulti e offese il cui intento primario è molestare o intimidire altre persone, potremmo richiedere la rimozione dei Tweet. In altri casi, ad esempio quando viene fatto un uso moderato e isolato di insulti e contenuti volgari il cui intento principale è molestare o intimidire altre persone, potremmo limitare la visibilità del Tweet come ulteriormente descritto di seguito. Ricorda che, benché certi termini risultino offensivi per alcune persone, non prenderemo provvedimenti ogni volta che vengono utilizzati termini insultanti. 


Invito o incoraggiamento a molestare una persona o un gruppo di persone

Vietiamo comportamenti che incoraggino altri a molestare o a prendere di mira con comportamenti offensivi individui o gruppi specifici. Ciò include, a titolo esemplificativo, gli inviti a prendere di mira persone con abusi o molestie online, nonché qualunque comportamento che incoraggi molestie fisiche o altre azioni nella vita reale. 

 

Negazione di eventi che hanno causato vittime di massa

Proibiamo contenuti in cui si nega che sono avvenuti omicidi di massa o altri eventi che hanno causato vittime di massa, nei casi in cui possiamo verificare che l'evento sia avvenuto e quando il contenuto è condiviso con intento offensivo. Potrebbero essere inclusi riferimenti a tali eventi come inganno oppure casi in cui si afferma che le vittime o i sopravvissuti sono falsi o attori. Sono inclusi, a titolo esemplificativo, eventi come l'Olocausto, sparatorie nelle scuole, attacchi terroristici e disastri naturali.

 

Devo essere il destinatario del contenuto per poterne richiedere l'esame per la violazione delle Regole di Twitter?

No, esaminiamo le segnalazioni inviate dai diretti interessati ma anche da semplici testimoni.


Le conseguenze

Quando stabiliamo le misure da applicare a una violazione di queste norme, teniamo conto di numerosi fattori, inclusa la gravità della violazione e i precedenti commessi dallo stesso utente. Di seguito è riportato un elenco di potenziali opzioni per l'applicazione delle norme per i contenuti che violano questa norma:

  • Declassamento dei Tweet nelle risposte, tranne quando l'utente segue l'autore del Tweet.
  • Rimozione dell'idoneità dei Tweet a essere amplificati nei primi risultati di ricerca dei Tweet e/o nelle cronologie per gli utenti che non seguono l'autore del Tweet.
  • Esclusione di Tweet e/o account nelle email o nei consigli all'interno di prodotti. 
  • Richiesta della rimozione dei Tweet.
    • Ad esempio, potremmo chiedere a qualcuno di rimuovere i contenuti non conformi e imporgli di utilizzare l'account in modalità di sola lettura per un certo periodo di tempo prima di poter twittare di nuovo. Le violazioni successive comporteranno periodi più lunghi in modalità di sola lettura e, alla fine, potranno sfociare nella sospensione permanente.
  • Sospensione degli account dei quali abbiamo stabilito che l'uso primario è porre in essere i comportamenti offensivi definiti in questa norma o degli account che hanno condiviso minacce di violenza.

Scopri di più sulle nostre opzioni per l'applicazione delle norme.

Se un utente ritiene che il suo account sia stato sospeso per errore, può inviare una contestazione.

Condividi questo articolo